Magazine


TATTOO ITALIA

Tattoo Italia é una rivista del settore Tattoo che esce in Italia.

Gli articoli sui tatuatori e le loro foto vengono pubblicati per merito e non a pagamento.




TATTOO ITALIA n°1



La foto pubblicata


 

 

TATTOO ITALIA n°7

 



Jpeg è il nome dello studio di tatuaggi di Torino ( più precisamente a Nichelino, nela periferia più prossima di torino) aperto nel '99 da Andrea Surbone, Tatuatore eclettico che ama esprimere su pelle la sua creatività artistica.

Un vaso di pandora da cui fuoriescono creazioni che dal biomeccanico virano al realistico passando per il giapponese.

Il tutto tinteggiato di contrasti e colori.

-  Sul tuo sito scrivi che hai fatto molti anni di gavetta e che hai
viaggiato molto prima di aprire il tuo studio. Vuoi raccontarci le tappe e gli incontri 'determinanti' per la tua formazione? Sinceramente l’unico studio nel quale abbia imparato e di cui valga la pena fare il nome è stato il Kaifa Studio di Torino dove ho lavorato quasi un anno. Mi ricordo che in quel periodo Claudio, il proprietario del Kaifa Studio, ed io andammo ad Amsterdam per vedere gli studi di tattoo e li girammo quasi tutti. In genere quando ne ho l’occasione e mi trovo da qualche parte all’estero non perdo occasione per entrare in qualche studio. Un mio grande amico è Gabry Tattoo del Laboratorio dei Mutanti  di Trofarello, con lui ho diviso parecchi momenti importanti della mia carriera di tatuatore come ad esempio partecipare alle tattoo convention.
 
- qual è il tuo background? Eri già attivo nell'arte?
Sono un autodidatta, mi è sempre piaciuta l’arte in genere e ho sempre cercato di avvicinarmi in qualche modo a forme d’arte diverse.
 
 - Quando hai aperto il tuo tattoo shop a Torino?
Lo studio l'ho aperto nel 1999 ed è stato autorizzato dall'A.S.L. nel 2000.
 
- Qual è la caratteristica del tuo studio? Che tipo di clientela attrae?
Non credo ci sia una caratteristica che distingua il mio studio, è molto semplice: piccolo, ma grande quanto basta per lavorare bene. La mia clientela è varia; non è fatta da un genere in particolare di persone. Cerco di lavorare con chi si fida di me,  quelli che non rompono troppo le scatole, persone che rispettano il mio lavoro e l’arte in genere.
 
- Sei conosciuto per uno stile in particolare? Come lo definiresti? Sembra
che tra i tuoi tatuaggi ci sia una preferenza per il biomeccanico alla Guy
Atchison e il realistico italiano. Cosa ne pensi?
Non credo di avere uno stile in particolare, ho sempre cercato di fare tutti i generi.
Credo che un bravo disegnatore debba essere polivalente perché i vari stili artistici si completano a vicenda aiutando l’artista a esprimersi sempre meglio. Atchison mi piace per le luci che usa nei suoi lavori, cerco di imparare da lui ma sono ancora in fase di studio direi. Penso che il realismo sia la miglior cosa per quei soggetti dei quali è possibile reperire delle foto da copiare. Proprio per questo sto facendo dei quadri biomeccanici in 3d con del sigillante poliuretanico, pvc e delle luci interne che li illuminano. Tutto per ottenere delle foto realisteche di biomeccanici per poi tatuarli sulla pelle dei miei clienti.
 
- C'è un impronta distintiva che fa da filo rosso tra i tuoi tatuaggi?
Sì, espongo solo quei lavori dove il cliente si è completamente affidato a me. Preferisco che il cliente mi dia solo l’idea di cosa vuole tatuarsi per poterla creare liberamente il giorno che viene all’appuntamento. È raro che prepari i soggetti in anticipo su carta, preferisco il realismo, o lavorare a mano libera con un pennarello direttamente sulla pelle e poter così seguire meglio l’anatomia del corpo.
 
- Preferisci colore o black and grey? C'è un colore o un contrasto di
colori che usi di più?
Va a periodi, non ho una preferenza mi piacciono tutti e due. Nei colori uso parecchio il giallo e l’azzurro, sono i miei preferiti.
  
-    Custom tattoo o anche walk in?
-    Anche walk in, con il mio metodo di lavorare avere una vetrina su strada aiuta.
 
- Quali passaggi hai compiuto nella tua formazione e quali traguardi credi
di avere raggiunto?
Nell'arte non si è mai arrivati, c’è sempre da imparare. Penso di aver raggiunto dei risultati, ma sento ancora di essere all’inizio se penso a cosa potrei e cosa vorrei essere in grado di fare.





TATTOO ENERGY & TATTOO LIFE

Tattoo Energy , Tattoo Life , sono 2 riviste del settore Tattoo che escono in 6 stati del Mondo :

 Italia, Francia, Germania, Inghilterra, Australia

Gli articoli sui tatuatori e le loro foto vengono pubblicati per merito e non a pagamento.



TATTOO ENERGY

N° 4  ANNO 2005




Articolo sulla Tattoo Expo di Torino del 2005

dove mi sono classificato 3°  nella gara per il

Best of the day









TATTOO LIFE

N° 42  ANNO 2006




Articolo sulla Tattoo Expo di Belfort del 2005

dove mi sono classificato

1°  nella gara per tattoo in bianco nero con il joker

1°  nella gara per tattoo a colori con il biomeccanico in stile new school









TATTOO DIMENSION

Tattoo Dimension é una rivista del settore Tattoo che esce in Italia e Swizzera.

Gli articoli sui tatuatori e le loro foto vengono pubblicati per merito e non a pagamento.


 

N°2 Gen\Feb\Mar\2006



Le foto pubblicate






N°3 Apr\Magg\Gug\2006

 

Le foto pubblicate






N°4 Lug\Ago\Sett\2006


La foto pubblicata






N°4 Ott\Nov\Dic\2006


La foto pubblicata







N°7 Giugnio 2007



La foto pubblicata








N°8 Settembre 2007





Articolo sui miei quadri.





N°9 Dicembre 2007



Le foto pubblicate



TETOVANI

Tetovani e una rivista della Repubblica Ceca e parla di tatuaggi e piearcing.

Gli articoli sui tatuatori e le loro foto vengono pubblicati per merito e non a pagamento.











ANNUARIO E ALMANACCO

L'Annuario e l'Almanacco sono riviste a pagamento che servono per poter aiutare i lettori a orientarsi meglio nel mondo del tatuaggio Italiano, sono suddivisi per regioni e espongono foto e indirizzi dei vari tatuatori  che hanno voluto partecipare.



Annuario tatuatori Italiani



2004                2005



2006                  2007






Tatuatori almanacco 2007