Igiene




PRIMA DI FARSI UN TATUAGGIO E' BENE INFORMARSI SULL'ARGOMENTO IGIENE!!




Con il tempo ho notato che la maggior parte dei miei clienti è inesperta sull'argomento e solo dopo essersi informata si rende conto che la cosa è seria e non è da tralasciare! Quindi ho deciso di creare questa pagina per tutti voi che visitate il mio sito, cercando di darvi indicativamente qualche nozione sull'argomento.

Tutto per fare capire a voi che la maggior parte dei clienti guarda solo il prezzo e non capisce che coprire le macchinette con sacchetti di plastica usare mascherine, camici, punte in plastica ecc.. sono cose che si se prese singolarmente magari possono sembrare cose che costano poco.

Ma provate a pensare a fine anno quanto costano tutti quei materiali?!?!

Quindi chi dite che sia meglio per farvi tatuare? chi spende soldi per la vostra salute o chi con quei soldi si spara una bella vacanza all’anno alla faccia dell'igiene e dell’etica professionale??

Uomo avvertito mezzo salvato!


PREMESSA

Da qualche anno a questa parte il nostro studio ha iniziato a tatuare esclusivamente con puntali in plastica monouso che viene aperto e gettato in vostra presenza dopo il suo utilizzo.

La macchinetta per tatuare, non potendo essere sterilizzata a causa dei materiali che la compongono, viene protetta con dei sacchetti in plastica per evitare eventuali contaminazioni.La stessa procedura di protezione viene effettuata sui cavi di alimentazione delle macchinette.

I sacchetti vengono buttati alla fine del tatuaggio e cambiati ogni volta.

La parte che il tatuatore impugna mentre tatua è tutta monouso ed è in plastica a differenza dei puntali di una volta in acciaio che venivano sterilizzati e riutilizzati.

All'interno della confezione dei puntali monouso vi è compreso anche l'ago (anch'esso monouso).

La scelta dell'utilizzo del monouso è stata dettata dal fatto che sia per il cliente che per il tatuatore c'è la certezza della sterilità dei materiali.





Puntali in plastica monouso con ago compreso.





Vecchi puntali in acciaio che venivano riutilizzati, lavandoli imbustandoli e sterilizzandoli.









CONTAMINAZIONI INCROCIATE?


Scontato dirlo ma è una cosa importantissima che in pochi sanno!

Durante la fase di lavorazione dedichiamo particolare attenzione ad evitare contaminazioni incrociate.

Per contaminazioni incrociate s'intende il trasporto di microbi, batteri e virus da una superfice all'altra a causa della inadeguata attenzione da parte dell'operatore. Ciò si evita ad esempio cambiando i guanti se contaminati, ogni volta che si deve toccare un oggetto o una superfice.





COME VIENE PREPARATO IL BANCO DI LAVORO?








Il banco di lavoro nel nostro studio viene preparato esclusivamente con materiali monouso (da non dover dare per scontato...)

Partendo dal banco di lavoro questo deve essere in acciaio o in vetro, disinfettato con prodotti per le superfici prima e dopo il tattoo e ricoperto da uno strato di celofan sul quale  si appoggiano gli strumenti per migliorarne la sicurezza e la pulizia.

Sul celofan viene aperta una bustina di vaselina monouso (e non dal barattolone da 1kg) e vengono disposti i tappini monouso che conterranno poi il colore.

L'ago per il tatuaggio è anch'esso confezionato assieme al puntale in plastica e viene scartato davanti al cliente subito prima del tatuaggio e buttato subito dopo.

Lo stesso procedimento viene effettuato per il puntale in plastica monouso.

Questo viene montato sulla macchinetta che, dati i materiali da cui è composta, non può essere sterilizzata. Per questo motivo viene ricoperta da un sacchetto in celofan per permettere anche eventuali regolazioni da fare durante l'esecuzione del tatuaggio ed evitare quindi qualunque contatto con essa.

Per evitare che la macchinetta esca dal sacchetto di plastica il tutto viene sigillato con del nastro adesivo.

La stessa pratica viene fatta ai cavi che alimentano la macchinetta che vengono coperti quindi con appositi sacchetti sempre in celofan. Meglio se i cavi arrivano dall'alto e non dal basso per garantirne una miglior pulizia

I guanti utilizzati vengono cambiati ogni volta che si deve toccare una superfice diversa da quella del piano di lavoro per evitare le cosidette "contaminazioni incrociate".

Queste avvengono ad esempio se non mi tolgo i guanti infetti di sangue e apro un cassetto o tocco oggetti o altre superfici, quegli oggetti e quelle superfici saranno contaminate.

Se con il cliente successivo si fa la stessa cosa e si aprirà quindi quel cassetto con il guanto contaminato dal suo sangue, sulla maniglia di quel cassetto ci sarà già del sangue del primo cliente che si andrà a sommare a quello del secondo e così via... immaginate cosa succede con il passare del tempo.

Esistono prodotti per igienizzare le superfici ma le igienizzano non le sterilizzano, ritengo quindi molto più sicuro e opportuno cambiarsi i guanti.

Durante l'esecuzione del tatuaggio il tatuatore indossa un camice e una mascherina per la sicurezza personale e del cliente. Per i lavori grossi è bene anche l'utilizzo di braccioli per evitare contatti sulle braccia.







SE VI SOTTOPONETE A INTERVENTI CHE  ANCHE MINIMAMENTE HANNO A CHE FARE CON IL SANGUE ( TATUAGGI, PIERCING,  ESTETISTI, DENTISTI ECC..  )  VERIFICATE CHE :

In caso non si usi il monouso gli attrezzi in acciaio che vengono usati per lavorare  devono essere tutti imbustati e sigillati in buste a norma di legge aventi ognuna il suo rivelatore di sterilità e data di scadenza.


RIVELATORE DI STERILITA'

E' un rettangolo colorato che si trova sul retro delle buste, quando la busta è sterile cambia colore, permettendo cosi' di verificare  se il contenuto sia sterile.

In genere passa da colori chiari a colori scuri come il marrone scuro o il grigio ma dipende dal tipo di busta.


Diffidate di chi vi presenta dell'attrezzatura non imbustata o immersa in liquidi disinfettanti.











PIERCING

Gli aghi monouso per i piercing si presentano in confezioni sterili sigillate. Dopo l'utilizzo vengono gettati in appositi contenitori per rifiuti ospedalieri.



I piercing sono sigillati e sterilizzati in apposite buste per autoclave con relativo rivelatore di sterilità.


 

Le pinze per i piercing sono in plastica monouso, sigillate e sterilizzate in apposite buste con relativo rivelatore di sterilità.








ATTREZZATURE


STERILIZZAZIONE E PULITURA AD ULTRASUONI

Dopo l'utilizzo dei manici per i tattoo e le pinze per i piercing questi strumenti si lavavano con il PULITORE AD ULTRASUONI. L'ultrasuoni è un macchinario che genera ultrasuoni dentro a un liquido detergente dove sono immersi gli attrezzi. Questi ultrasuoni colpiscono la superficie degli oggetti rendendola libera da impurità anche minime (questa fase con il monouso e stata eliminata per i tattoo).



L'AUTOCLAVE è l'attrezzatura più sicura in commercio per sterilizzare materiali resistenti alle alte temperature, è un'attrezzatura che porta dell'acqua demineralizzata in ebollizione con lo scopo di generare del vapore acqueo a temperature di 134° per un periodo di 20 minuti circa creando al suo interno una pressione di 1,7 bar (questa fase con il monouso e stata eliminata per i tattoo).